domenica , Maggio 16 2021
Home / Appunti di italiano / Il complemento di denominazione: tutto quello che devi sapere
Complemento di denominazione

Il complemento di denominazione: tutto quello che devi sapere

In questa guida ci occuperemo del complemento di denominazione, analizzando di cosa si tratta, cosa indica, a quali domande risponde e tanto altro.

Quando si effettua l’analisi logica di una frase, infatti, è importante conoscere bene tutti gli elementi al fine di eseguirla correttamente.

Tra questi, hanno grande rilievo i complementi. Ossia delle parti eventuali, non necessarie, che quando sono presenti possono destare qualche dubbio.

Confondersi tra i tanti complementi, infatti, può capitare. Soprattutto se non abbiamo ben compreso tutte le peculiarità di ognuno.

Concentriamoci ora sul complemento di denominazione.

Cosa indica e come individuare il complemento di denominazione

Questo complemento indiretto definisce il nome comune che lo regge indicandone il nome proprio.

Trattandosi appunto di un complemento indiretto, è introdotto generalmente dalla preposizione di o dalla sua forma articolata.

Accade questo, ad esempio, quando il complemento di denominazione è preceduto da nomi generici come “isola, regione, comune, città, principato, mese, giorno etc…”

Vediamo alcuni esempi:

  • Venne battezzato con il nome di Federico.
  • La città di Trento è bella, ma è troppo fredda per i miei gusti.
  • Il mese scorso, in occasione delle vacanze estive, abbiamo visitato il principato di Monaco.

In alcuni casi, però, il complemento di denominazione segue direttamente il nome generico, senza preposizione.

Ecco qualche caso:

  • La regione Puglia è spesso scelta come meta per le vacanze estive.
  • Il nome Sofia si è diffuso molto negli ultimi anni.

La domanda a cui risponde è: “di quale nome?”

Attenzione al complemento di specificazione

Potrebbe crearsi un po’ di confusione tra compl. di specificazione e di denominazione perché entrambi vengono solitamente introdotti dalla preposizione “di”.

Per non sbagliare è importante riflettere sul senso dell’elemento che stiamo analizzando.

Il complemento di denominazione, a differenza dell’altro, si limita a dare un nome proprio ad un nome comune, senza specificarlo o aggiungere altre informazioni.

Circa Feliciana

Guarda anche

esame di maturità

Esame di maturità, tutto quello che c’è da sapere

L’esame di maturità o esame di stato, è una prova conclusiva del ciclo di istruzione ...

Al di là o aldilà

Al di là o aldilà: come si scrive correttamente?

Al di là o aldilà, quale delle due grafie è quella corretta? E perché capita ...

A volte o avvolte

A volte o avvolte: come si scrive correttamente?

Si scrive a volte o avvolte? E perché capita frequentemente di leggere entrambe le forme? ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *