sabato , novembre 17 2018
Home / Frasi e aforismi / Proverbi italiani: i più famosi e belli
proverbi italiani famosi

Proverbi italiani: i più famosi e belli

A tutti noi è capitato di commentare una situazione con una frase fatta, un detto che condensasse in poche parole l’essenza di quel momento.

I proverbi hanno il potere di cogliere in pieno lo stato delle cose, di centrare il punto delle circostanze in cui ci troviamo, siano esse avverse o positive, e dalle quali possiamo sempre imparare qualcosa.

Cos’è un proverbio?

Il proverbio è una formula fissa che si tramanda di generazione in generazione, una sorta di condensazione della saggezza popolare che ci permette di riassumere brevemente l’attimo che stiamo vivendo, i nostri stati d’animo e gli atteggiamenti delle persone con cui abbiamo a che fare.

Anzi, a riprova della saggezza che soggiace alla loro esistenza, i proverbi sono spesso quasi identici in diverse lingue, a testimoniare che, per quanto possiamo viaggiare lontano, l’uomo non muta mai realmente la propria natura, e le situazioni nelle quali si ritrova sono spesso molto simili.

“Tutto il mondo è paese”, insomma, per dirla con un proverbio.

Qualche esempio di proverbio simile in diverse lingue

Come detto, alcune lingue presentano delle notevoli somiglianze tra i propri detti popolari. Vediamone alcuni.

Il nostro “finché c’è vita c’è speranza” trova il proprio corrispettivo nell’identico proverbio inglese “where there’s life there’s hope”.

“Dime con quién andas y te diré quién eres” è l’equivalente spagnolo del nostrano “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”.

E ancora, al francese “à bon entendeur, démi mot” corrisponde il nostro “a buon intenditor, poche parole”.

E i proverbi italiani più famosi?

Tra i detti più famosi della nostra lingua possiamo sicuramente ricordare:

“A caval donato non si guarda in bocca”

“Il bue dice cornuto all’asino”

“A mali estremi, estremi rimedi”

“Mal comune, mezzo gaudio”

“Chi disprezza vuol comprare”

“Sbagliando s’impara”

“Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”

“Chi tardi arriva, male alloggia”

Chi non si è mai riconosciuto in uno di questi detti? Scrivetecelo nei commenti.

Circa Francesca

Guarda anche

Buonasera o buona sera: come si scrive?

Buonasera o buona sera: come si scrive?

Buonasera o buona sera? Che dilemma! Vediamo insieme come si scrive. “Buonasera“, il saluto più ...

Purtroppo o pultroppo: come si scrive?

Purtroppo o pultroppo: come si scrive?

Purtroppo o pultroppo? Che dubbio! Essendoci ancora in giro persone che parlando dicono pultroppo invece ...

Obiettivo o obbiettivo: come si scrive?

Obiettivo o obbiettivo: come si scrive?

È più corretto scrivere obiettivo o obbiettivo? La tormentata questione è, da sempre, attuale sui ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *