mercoledì , Marzo 3 2021
Home / Lessico / La differenza tra asino, mulo e bardotto
Differenza tra asino, mulo e bardotto

La differenza tra asino, mulo e bardotto

Tanti animali hanno un aspetto simile, soprattutto quelli appartenenti alla famiglia degli equidi, tra cui figurano il cavallo, la zebra, l’asino, il mulo ed il bardotto.

Eppure, se il cavallo e la zebra sono facilmente distinguibili quantomeno grazie al manto, scovare la differenza tra un asino, un mulo e un bardotto può mettere alla prova la capacità di osservazione dei più arguti.

Vediamo insieme cosa differenzia questi tre animali.

Come riconoscere un asino

L’asino è un animale che non proviene da incroci e che, dunque, è il frutto dell’unione tra altri due asini.

Si tratta di un animale fecondo, con una vita media tra i venticinque e i trenta anni.

Il suo impiego prevede soprattutto il trasporto di merci e persone, ma si tratta di un animale che produce prodotti commestibili, tra cui l’apprezzatissimo latte, e la cui carne stessa può figurare nell’alimentazione umana.

Come riconoscere un mulo

Il mulo, invece, è frutto dell’incrocio tra una giumenta (un cavallo femmina) ed un asino.

Abbiamo qui un animale sterile nella maggior parte dei casi, che in media vive tra i venti ed i trenta anni.

Anche i muli, a causa della loro grande forza fisica e sopportazione, sono stati a lungo utilizzati per il trasporto merci, e soprattutto dagli Alpini, per i quali trasportavano armi, tende, viveri e munizioni.

Nel 1993, tuttavia, questo impiego dei muli è cessato, ed essi sono stati coinvolti in esperimenti di ippoterapia.

Come riconoscere un bardotto

Anche il bardotto è un incrocio, specificatamente tra un cavallo maschio ed una femmina di asino.

Anche il bardotto è solo occasionalmente fertile, ed è il più longevo dei tre in quanto può vivere fino a cinquanta anni.

Come il mulo, il bardotto è stato a lungo usato come animale da trasporto, ma il suo allevamento è considerato meno conveniente in quanto incrocio piuttosto difficile da ottenere e riprodurre.

Insomma, sotto l’apparente somiglianza si celano profonde diversità tra i tre animali.

Circa Francesca

Guarda anche

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale

“Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale” di Eugenio Montale: analisi e commento

La poesia di Eugenio Montale “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale” ...

L'assiuolo di Giovanni Pascoli

“L’assiuolo” di Giovanni Pascoli: commento ed analisi

“L’assiuolo” è un componimento poetico di Giovanni Pascoli contenuto nell’opera Myricae, precisamente nella sezione “in ...

Il gelsomino notturno - Giovanni Pascoli

Il gelsomino notturno di Giovanni Pascoli: analisi e commento

“Il gelsomino notturno” è un componimento poetico scritto da Giovanni Pascoli in occasione delle nozze ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *