lunedì , Ottobre 19 2020
Home / Lessico / Installazione o istallazione, la parola giusta da scrivere
Installazione o istallazione

Installazione o istallazione, la parola giusta da scrivere

Tra installazione o istallazione si sceglie la prima forma, è un sostantivo femminile con diversi significati.

Installazione nel mondo informatico, tecnico o industriale intende una procedura di messa in opera di impianti, attrezzature e software.

Il vocabolo analizzato è anche sinonimo di insediamento in un linguaggio storico, non più comune e usato.

Installazione o istallazione, sono corrette entrambe ma…

Leggendo diversi dizionari, compresi quelli etimologici e storici notiamo che installazione o istallazione sono entrambi corretti. Anche le parole derivate, come verbi transitivi/intransitivi o altri sostantivi, possono assumere due forme.

Da installazione o istallazione derivano:

  • installare o istallare, verbo intransitivo o transitivo
  • installatore o istallatore come aggettivo so sostantivo maschile, installatrice se vogliamo trasformare un mestiere o una specializzazione professionale al femminile.
  • istallazione, istallare, istallatore non sono parole moderne e che si incontrano nel linguaggio attuale.
  • Sicuramente scriverete più spesso: installazione, installare e installatore o installatrice.

Derivazione da stallo o stalla, analisi della parola

La presenza di in o i davanti a stallare riporta a qualcosa che si inserisce, si mette dentro, si insedia.

In tutti i dizionari, installare o istallare, installazione o istallazione intende:

  • Stabilire una persona in una casa o ufficio ecclesiastico (insediamento)
  • Come insediamento, stabilire una persona come carica politica o dirigenziale
  • Sistemare una persona in un alloggio o ricovero, e da qui il collegamento a stalla per gli animali invece che stallo
  • Collocare o montare un impianto o un’attrezzatura.

Lo stallo, parola che è all’interno del vocabolo che stiamo studiano: installazione o istallazione, installare o istallare.

Con stallo intendiamo:

  • Ampio sedile di legno dotato di braccioli e spalliera;
  • Scomparto disposto in una fila di altri scomparti o una struttura chiusa e definita;
  • Una componente elettrica ad alta tensione
  • Un tipo di forno antico composto da metallo e muratura.

Tutti questi significati hanno creato la parola moderna installazione che nell’informatica o nell’elettronica intende qualcosa che si inserisce, come un software.

Instillare o istillare, si riferisce ai liquidi

Instillare o istillare, ha sempre in/i come inizio ed è simile a installazione o istallazione, con le due forme corrette.

Questa parola con le sue derivazioni ha due significati, uno fisico e l’altro allegorico.

Instillare significa versare dentro dell’acqua a goccia a goccia.

Distillare è il contrario di instillare, significa filtrare un liquido a goccia a goccia per pulirlo ed escludere delle componenti.

Come allegoria, o figura retorica, instillare significa:

  • infondere a poco a poco un pensiero, delle opinioni, delle visioni
  • insinuare dolcemente o con molti sottintesi

Circa Iole

Guarda anche

daltronde o d'altronde

Daltronde o d’altronde: come si scrive?

Tante parole che usiamo senza alcuna difficoltà della lingua parlata si rivelano invece particolarmente capziose ...

Risurrezione o Resurrezione

Risurrezione o Resurrezione, come si scrive?

Risurrezione o resurrezione sono entrambe corrette, se scrivete un testo di religione o filosofia non ...

Denuncie o denunce

Denuncie o denunce, come si scrive?

Per scrivere una frase, cosa scegliereste tra denuncie o denunce? Ebbene, con questa nuova parola ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *