lunedì , Ottobre 19 2020
Home / Lessico / Risurrezione o Resurrezione, come si scrive?
Risurrezione o Resurrezione

Risurrezione o Resurrezione, come si scrive?

Risurrezione o resurrezione sono entrambe corrette, se scrivete un testo di religione o filosofia non abbiate dubbi. Nei dizionari vengono riportate entrambe le forme. L’origine della parola è latina (tarto e cristianesimo): resurrectio – onis, resurgere che significa risorgere.

Risurrezione o Resurrezione è la parola che più sentiamo nel Cristianesimo: cattolicesimo, protestantesimo e ortodossia. Si crede che Gesù, dopo la morte per Crocifissione, è ritornato in vita nel suo corpo.

E’ molto importante questo ultimo concetto: ritornare in vita nel proprio corpo. Infatti, la reincarnazione che vedremo dopo intende il ritorno alla vita in un altro corpo. Anche Gesù si è reincarnato o incarnato ma nel proprio corpo.

La discesa di un’anima nel suo corpo o in corpo speciale, per molte religioni partendo dalla Cristiana Cattolica, è possibile solo quando l’anima o lo spirito appartengono ad un essere sovrannaturale o speciale.

Reincarnazione o Rincarnazione, la differenza con Risurrezione o Resurrezione

I vocabolari riportano come parola corretta Reincarnazione e non rincarnazione.

La prima sillaba Re si chiama prefisso, serve per indicare un’azione che si ripete. In italiano, derivazione della lingua latina, esistono due prefissi che indicano una ripetizione: Re o Ri. Nel caso che stiamo studiando è Re-incarnazione, usa solo un prefisso per essere corretto. Invece Risurrezione o Resurrezione troviamo entrambi i suffissi indicati come corretti.

Reincarnazione significa anima che dopo la morte torna a vivere in un altro corpo. L’induismo, che studierete in Religione o Filosofia, crede nell’incarnazione delle persone.

Cosa significa Incarnazione, che differenza c’è con Reincarnazione?

Come vedete la nostra guida dedicata a Risurrezione o resurrezione è stata spunto di ripasso e studio filosofico o religioso. Vediamo un altro vocabolo caro al Cattolicesimo ma anche ad altre religioni.

Dovete sapere che anche l’Ebraismo e l’Islam, chiamate insieme al Cristianesimo le religioni del libro credono nella Resurrezione, nell’Incarnazione e anche nella Reincarnazione. In modo molto diverso, ad esempio tra ebrei e musulmani (con un m) non esiste la figura di Gesù come figlio di Dio.

In generale, incarnazione significa: assunzione di un corpo fisica da parte di un’anima o essere soprannaturale. Su Wikipedia ritroviamo anche questo significato : “la discesa dell’anima in un corpo dopo il concepimento – atto di personificazione, ovvero assunzione di una forma umana da parte di un essere spirituale, divino“.

Gesù è un uomo risorto dopo la morte e incarnato prima della nascita. La frase riportata del Vangelo è la seguente: Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.

Circa Iole

Guarda anche

daltronde o d'altronde

Daltronde o d’altronde: come si scrive?

Tante parole che usiamo senza alcuna difficoltà della lingua parlata si rivelano invece particolarmente capziose ...

Denuncie o denunce

Denuncie o denunce, come si scrive?

Per scrivere una frase, cosa scegliereste tra denuncie o denunce? Ebbene, con questa nuova parola ...

Perlopiù o per lo più

Perlopiù o per lo più? un avverbio e mille significati

Scrivere “perlopiù o per lo più” è corretto in entrambi i casi. Non si fa ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *